Le finestre a taglio termico, alleate del tuo comfort… e delle tue bollette!

Con la tecnologia costruttiva degli infissi di ultima generazione si fa riferimento a quei profilati la cui sezione interna ed esterna è di diverso materiale per evitare i ponti termici strutturali che rendono il serramento termicamente e acusticamente inefficiente. I due materiali vengono quindi separati da clips che permettono la libera dilatazione dei due materiali. Ciò vale in particolar modo per le finestre in legno- alluminio. Tra i due materiali se ne può interporre un terzo: il polistirene che ha un elevatissimo isolamento termico migliorando ulteriormente le performance energetiche ed acustiche dell’infisso. Isolare la propria abitazione installando serramenti in grado di ridurre al minimo la dispersione di calore significa ottenere un notevole risparmio energetico. Le finestre proposte dalla Falegnameria Rota di Canonica d’Adda, da questo punto di vista, sono la soluzione ideale: resistenti, confortevoli e facilmente adattabili a qualunque spazio domestico. Vengono proposte infatti in varie tipologie e sono caratterizzate da un design classico o moderno e tecnologico e possono essere finite con tutti i colori della scala RAL o con le varie finiture effetto legno.

Sostituisci i tuoi vecchi infissi con le finestre di nuova costruzione

Il taglio termico, proprio perché taglia la continuità del materiale, interrompe la sua conducibilità termica e il conseguente flusso di calore. Le temperature dell’ambiente interno ed esterno restano così separate e non oltrepassano l’infisso. Il vantaggio immediato è quello di un maggior comfort abitativo sia in inverno che in estate. Se da un lato in inverno si eviteranno le dispersioni di calore verso l’esterno, in estate si impedirà l’ingresso di calore proveniente dall’esterno. Le finestre a taglio termico della Falegnameria Rota di Canonica permettono quindi di risparmiare energia raggiungendo alte prestazioni.

Finestre a taglio termico e ecobonus 2019

Dotarsi di nuove finestre a taglio termico è diventato ancora più conveniente grazie agli incentivi statali: la normativa prevede infatti una detrazione della spesa sostenuta per migliorare l’efficienza energetica della propria casa. L’Ecobonus 2019 che prevede la proroga della detrazione fiscale sulle spese sostenute per i lavori di risparmio energetico è stata inserita nel Ddl della Legge di Bilancio 2019. E’ stata confermata la detrazione del 50% o del 65% sui costi finalizzati agli interventi di risparmio energetico presso la propria abitazione.